Coltivare il Platycodon, la pianta delle campanelle

in: Come? - tag: coltivare platycodon - il: 1 Agosto 2019
Lo spettacolo del Platycodon è vistoso e perfetto per arricchire balconi e giardini, componendo gruppi misti con esemplari di colori diversi.

Il Platycodon, o campanula cinese, è una pianta con splendidi fiori a forma di campanella o di stella, generalmente di colore lilla intenso, blu o azzurri tendenti al viola, ma esistono anche varietà con fiori bianchi o rosa, anche delicatamente striati.
In genere sono piante di piccola dimensione, ideali per ciotole e bordure: in condizioni ideali, la fioritura è generosa e prolungata, con fiori larghi anche 4-5 cm!

COLTIVARE IL PLATYCODON

Il Platycodon preferisce gli ambienti freschi e soleggiati alla mattina; le piante acquistate già in fiore temono il sole forte e l’aridità. Non ama il caldo intenso e l’afa. In condizioni idonee fiorisce a lungo, fino all’autunno.
Per ottenere il meglio, occorre essere regolari con le irrigazioni, per conservare il substrato sempre leggermente umido ma non fradicio.
La pulizia è occasionale, si limita all’asportazione di parti secche o cresciute in modo disordinato a causa di irregolarità di irrigazione e concimazione.

CURIOSITA’

  • esprime il significato di fortuna, salute, benessere, speranza e perseveranza, viene regalata anche a chi deve studiare e ha bisogno di trovare voglia e tenacia per concentrarsi;
  • utilizzata nella medicina cinese tradizionale, è oggi allo studio per le sue presunte capacità di tenere sotto controllo il colesterolo;
  • la radice della specie Platycodon grandiflorus è utilizzata in Corea per arricchire i tipici piatti di riso chiamati bibimbap;
  • la radice, essiccata e zuccherata, viene usata anche per preparare dessert e anche un the.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *